Il sistema scolastico italiano
 

E-mail.

Pierfrancesco 5 Ott 2017 00:12
Su it.politica stanno imperversando critiche al sindacato (ed anche ai
docenti) a proposito di questa notizia:

https://www.palermomania.it/news/societa-e-cultura/insegnanti-contro-email-e-avvisi-online-fuori-dallorario-di-lavoro-94498.html

Ma veramente arrivano (in media) 2 e-mail con annessa circolare al
giorno ?

--
Questo post vuole essere solo uno spunto di riflessione.
per contatti: pierferraro@teletu.it

Pierfrancesco
Marco O. dal quark bunga bunga 5 Ott 2017 08:56
Il giorno giovedì 5 ottobre 2017 00:12:10 UTC+2, Pierfrancesco ha scritto:
> Su it.politica stanno imperversando critiche al sindacato (ed anche ai
> docenti) a proposito di questa notizia:
>
>
https://www.palermomania.it/news/societa-e-cultura/insegnanti-contro-email-e-avvisi-online-fuori-dallorario-di-lavoro-94498.html
>
> Ma veramente arrivano (in media) 2 e-mail con annessa circolare al
> giorno ?

Se veramente arrivino lo ignoro, ma il problema è reale.

Nel mondo del lavoro "impiegatizio" si ritiene che un "impiegato" non abbia il
dovere di leggere le mail fuori dall'orario di lavoro. Ovviamente ******* grano
salis". Se lunedì mattina alle 7 devo partire in aereo con un collega e
domenica sera ho la febbre gli mando una mail per avvisarlo e mi aspetto che,
viste le circostanze, la legga.

Nell'insegnamento non so se il paragone sia valido. Si è sempre detto,
giustamente, che il lavoro di un insegnante non si limita alle 18 ore di
"frontale" per cui si può ritenere che il leggere le mail da casa ne faccia
parte esattamente come correggere i compiti. Ovviamente non di domenica o di
sera dopo cena, però se un giorno hai lezione dalle 8 alle 11 e ti mandano una
mail alle 12 mi sembra ragionevole che tu la legga.

M.
paco 5 Ott 2017 20:24
Il 05/10/2017 08:56, Marco O. dal quark bunga bunga ha scritto:
> Si è sempre detto, giustamente, che il lavoro di un insegnante non si limita
alle 18 ore di "frontale" per cui
> si può ritenere che il leggere le mail da casa ne faccia parte esattamente
come correggere i compiti.
>
E proprio qui sta il punto.
Suppongo, comunque, che quelli che si lamentano siano proprio quelli che
si fanno forti del lavoro non frontale... degli altri.
Resta comunque un assurdo il numero spropositato di comunicazioni
telematiche denunciato. Se è vero.
Soviet_Mario 5 Ott 2017 21:15
Il 05/10/2017 20:24, paco ha scritto:
> Il 05/10/2017 08:56, Marco O. dal quark bunga bunga ha scritto:
>>  Si è sempre detto, giustamente, che il lavoro di un
>> insegnante non si limita alle 18 ore di "frontale" per cui
>> si può ritenere che il leggere le mail da casa ne faccia
>> parte esattamente come correggere i compiti.
>>
> E proprio qui sta il punto.
> Suppongo, comunque, che quelli che si lamentano siano
> proprio quelli che si fanno forti del lavoro non frontale...
> degli altri.
> Resta comunque un assurdo il numero spropositato di
> comunicazioni telematiche denunciato. Se è vero.
>

io non vedo problemi nelle comunicazioni, a patto che non
diventino VINCOLANTI. Se la leggo, bene, se no, amen.
Aspetto delicato (ed è nei dettagli che si vede la bontà o
la cattiveria della cosa) diventa valutare il grado di
urgenza e la scadenza temporale (il preavviso).
Non tutte le comunicazioni possono avere la stessa
importanza, né tutte il medesimo grado di urgenza.
Oltretutto non sono PEC.

--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
ilChierico 6 Ott 2017 18:25
On 05/10/2017 21:15, Soviet_Mario wrote:

> Oltretutto non sono PEC.

Credo che tanto, prima o poi, e non mi riferisco solo al thread, avremo
le e-mail non PEC equiparate per legge alla PEC/raccomandata cartacea.

Dagli tempo e pure una goccia cava la roccia.

Gia' adesso c'era una proposta in tal senso, ma con le elezioni di
mezzo, parafrasando Calvino, "tempo di elezioni, piu' balle che terra".

Scusate l'intrusione.
feynman 16 Ott 2017 19:37
Il 05/10/2017 00:12, Pierfrancesco ha scritto:
> Su it.politica stanno imperversando critiche al sindacato (ed anche ai
> docenti) a proposito di questa notizia:
>
>
https://www.palermomania.it/news/societa-e-cultura/insegnanti-contro-email-e-avvisi-online-fuori-dallorario-di-lavoro-94498.html

>
>
> Ma veramente arrivano (in media) 2 e-mail con annessa circolare al giorno ?

per email no, sul registro elettronico sì.
Dal 15 settembre a oggi 16 ottobre sul mio registro elettronico sono
state pubblicate 56 circolari. Una media di circa 1,8 al giorno festivi
compresi :-)

ciao
feynman
feynman 16 Ott 2017 19:41
Il 05/10/2017 08:56, Marco O. dal quark bunga bunga ha scritto:

> Nel mondo del lavoro "impiegatizio" si ritiene che un "impiegato" non abbia il
dovere di leggere le mail fuori dall'orario di lavoro. Ovviamente ******* grano
salis". Se lunedì mattina alle 7 devo partire in aereo con un collega e
domenica sera ho la febbre gli mando una mail per avvisarlo e mi aspetto che,
viste le circostanze, la legga.
>
> Nell'insegnamento non so se il paragone sia valido. Si è sempre detto,
giustamente, che il lavoro di un insegnante non si limita alle 18 ore di
"frontale" per cui si può ritenere che il leggere le mail da casa ne faccia
parte esattamente come correggere i compiti. Ovviamente non di domenica o di
sera dopo cena

E perchè no? A scuola mia facciamo anche questo.
Ho appena letto una circolare sul registro elettronico (ore 19.40) .
ma noi siamo quelli che non lavorano vero?

ciao
feynman
Marco O. dal quark bunga bunga 17 Ott 2017 09:45
Il giorno lunedì 16 ottobre 2017 19:41:17 UTC+2, feynman ha scritto:

>> Nell'insegnamento non so se il paragone sia valido. Si è sempre detto,
giustamente, che il lavoro di un insegnante non si limita alle 18 ore di
"frontale" per cui si può ritenere che il leggere le mail da casa ne faccia
parte esattamente come correggere i compiti. Ovviamente non di domenica o di
sera dopo cena
>
> E perchè no? A scuola mia facciamo anche questo.
> Ho appena letto una circolare sul registro elettronico (ore 19.40) .
> ma noi siamo quelli che non lavorano vero?

Se hai tempo va benissimo, ma non deve essere considerato un obbligo, diciamo
dopo le 18.

M.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Il sistema scolastico italiano | Tutti i gruppi | it.istruzione.scuola | Notizie e discussioni scuola | Scuola Mobile | Servizio di consultazione news.